Action Research

for CO-development

Bambini e giovani: le nostre attività di ricerca e consulenza

La povertà infantile differisce dalla povertà degli adulti poiché deve tenere conto della natura evolutiva del bambino per la quale le privazioni vissute durante l’infanzia possono avere implicazioni a lungo termine sul suo benessere. Riteniamo che vi sia una necessità urgente di fornire misure e prove più solide che contribuiscano a delineare la natura intrinsecamente multidimensionale della povertà infantile. Ci impegniamo a raggiungere questo obiettivo promuovendo una ricerca accademica e un’attività di consulenza di alta qualità nonché  il coinvolgimento dei bambini nel processo di ricerca tramite metodi partecipativi.

Le attività

  • Nel 2017 il Prof. Mario Biggeri (Università di Firenze), nostro Direttore Scientifico, è stato co-editore di una edizione speciale sulla povertà multidimensionale infantile insieme al Direttore delle politiche socio-economiche di UNICEF-IRC. La nostra ricercatrice Caterina Arciprete è stata incaricata da UNICEF – IRC di assistere nell’elaborazione dello special issue contribuendo a definire il quadro teorico e conducendo un’analisi quantitativa.

 

  • Nel 2017, all’interno del più ampio progetto sul Gender Budgeting in Senegal abbiamo applicato metodologie partecipative con i bambini per promuovere presso il Comune di Kaolack l’inclusione della loro prospettiva e delle loro percezioni nel budget 2018.

 

  • Ancora nel 2017, abbiamo condotto un’analisi SROI per Fondazione Ronald. Durante il processo di ricerca abbiamo tenuto in considerazione il benessere multidimensionale dei bambini ospiti presso quattro Case Ronald in Italia, avendoli inclusi tra i maggiori stakeholder.

 

  • Nel 2016, abbiamo condotto un’attività di consulenza per EducAid sull’accessibilità scolastica per bambini con disabilità. Il risultato è stato il report  “Empirical Assessment of the Inclusiveness of the Palestinian Education System”. Per maggiori informazioni clicca qui.

 

  • Ancora nel 2016, siamo stati incaricati da Oxfam Italia di inquadrare la relazione tra disuguaglianza e abbandono scolastico all’interno dell’approccio delle capability e di fornirne un’evidenza empirica tramite un’analisi di dati ISTAT sulle iscrizioni. Il lavoro è risultato nella produzione del paper Come contrastare la dispersione scolastica in Italia.

Il nostro impegno

Dal 2010, Caterina Arciprete è tra i coordinatori del “Gruppo Tematico su Bambini e Giovani” della Human Development and Capability Association (HDCA).  Il gruppo ha condotto diversi workshop su benessere infantile e povertà (Nuova Dehli, Cambridge, Atene, Salisburgo, Washington).  Nel 2017 abbiamo organizzato e promosso due panel durante la conferenza annuale dell’HDCA a Cape Town. Per maggiori informazioni: https://hd-ca.org/overview-of-past-hdca-conferences.

Gli articoli più recenti

  • Arciprete, C. and Biggeri,M. (2018, forthcoming) , Children and the Youth’s Participation in Research and Decision Making Processes in, “The Capability Approach, Empowerment and Participation: Concepts, Methods and Applications” edited by David Clark, Mario Biggeri and Alexandre Aspan Frediani. Palgrave McMillan.
  • Arciprete, C. and Biggeri , M. (2016), “La partecipazione dei bambini alla luce dell’approccio delel capabilities” in Traguardo Infanzia, Benessere, partecipazione e cittadinanza a edited by Belloni, M.C., Bosisio, R. and Olagnero, M,. Academia University Press.
  • Arciprete, C. and Biggeri , M. (2015), “Educazione di qualità per tutti per uno sviluppo sostenibile” in “Diritto all’educazione Pari Opportunità per costruire Consapevolezza Conoscenza e Futuro” a cura di L. Luatti (Oxfam Italia).
  • Trani, J. F., Biggeri, M., & Mauro, V. (2013). The multidimensionality of child poverty: Evidence from Afghanistan. Social indicators research, 112(2), 391-416.
  • Biggeri, M., Ballet, J., & Comim, F. (Eds.). (2011). Children and the capability approach. Springer.