Action Research

for CO-development

Inclusive business: l’inclusione che passa attraverso la creazione di imprese sociali

Let’s start up! Il progetto per l’imprenditoria sociale e l’inclusive business

Luogo: Palestina

Durata: 36 mesi. 2017-2020

Enti finanziatori e partnership: Il progetto “LET’S START UP: quando l’economia diventa social: inclusive business e self –employment per Donne con Disabilità e Madri di PcD in Palestina” (AID010927/EDUCAID/TOC) è finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e implementato dalla ONG Educaid. Tra i partner locali: Rantis Young Ladies Society, Aswat Society, Birzeit University An-Najah University, le Camere di Commercio di Ramallah e Nablus. Tra i partner italiani ARCO e Rete Italiana Disabilità e Sviluppo (RIDS).

Contesto

In Palestina, il tasso di disoccupazione delle persone con disabilità si aggira intorno all’87%. Le donne con disabilità, in particolare, sono i soggetti maggiormente discriminati. La forte stigmatizzazione sociale, la scarsa implementazione delle normative esistenti e la debolezza delle DPO (Organizzazioni di Persone con Disabilità) sono tra le cause dell’esclusione delle donne con disabilità e delle madri di persone con disabilità dal mercato del lavoro. Nasce in questo contesto l’esigenza di promuovere uno sviluppo economico inclusivo che passa attraverso l’avvio di nuove imprese sociali, con il duplice obiettivo di creare occupazione e dare una risposta di business ai problemi sociali.

Obiettivo

Promuovere l’ inclusive business attraverso imprese sociali che favoriscano l’inclusione lavorativa di donne con disabilità e di madri di persone con disabilità in Palestina. Rafforzare il ruolo delle Organizzazioni di Persone con Disabilità locali e aumentare la consapevolezza dei diritti delle persone con disabilità in particolare, donne con disabilità.

Che cosa abbiamo fatto

Ricerca
Abbiamo supportato le Universitàdi Birzeit e An-Najah nella creazione di strumenti per lo sviluppo di una baseline survey il cui l’obiettivo finale è quello di indagare sullo stato dell’economia sociale in West Bank. Abbiamo fornito le linee guida della metodologia ed elaborato il questionario da somministrare agli imprenditori sociali locali. Durante una prima missione sul campo abbiamo anche condotto alcune interviste ad attori e stakeholder per approfondire il contesto in cui si inserisce il progetto.

Formazione
In una successiva missione abbiamo formato 60 donne con disabilità e madri di persone con disabilità, a Ramallah e Nablus, sui temi del social business e del business design. L’obiettivo del corso era quello di fornire competenze e elementi utili per sviluppare un’idea di business e in particolare di impresa sociale. Alternando lezioni frontali e esercitazioni, abbiamo approfondito il concetto di imprenditoria e supportato l’elaborazione di idee di social business. L’attività formativa, con  successivi moduli su analisi di mercato e business plan, è stata portata avanti dalle Università e Camere di Commercio locali. Le migliori idee di business presentate al termine del training riceveranno un finanziamento.