12 febbraio 2020 ARCO LAB

La resilienza urbana: il ruolo delle aziende e gli Obbiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG)

resilienza urbana urban resilience SDG framework sviluppo sostenibile sviluppo development arco

Una città resiliente è una rete sostenibile di sistemi fisici e comunità umane costruita per essere forte e flessibile e non fragile. Il concetto di resilienza urbana non è più confinato ai dibattiti accademici e permea sempre di più le politiche sociali ed economiche relative alla sicurezza, al rischio e alla vulnerabilità sia nei paesi ad alto reddito che in quelli in via di sviluppo. Il tema della resilienza urbana rappresenta un pilastro importante anche nel framework degli SDG.

Nell’Agenda 2030 si è infatti riconosciuto che le azioni del governo da sole non permettono di conseguire gli obiettivi di resilienza e per questo si è richiesto un partenariato globale capace di includere una vasta gamma di attori: governi locali, enti nazionali e internazionali, organizzazioni della società civile e, non ultime, le aziende private. I Ricercatori di ARCO, nell’articolo “Company disclosures concerning the resilience of cities from the Sustainable Development Goals (SDGs) perspective” (Cities,2020), analizzano il ruolo delle aziende verso la promozione della resilienza urbana e territoriale.

Le catastrofi naturali possono avere un impatto particolarmente duraturo su città e regioni sia nei paesi ad alto reddito che in quelli in via di sviluppo. In questo secondo caso, i disastri provocano spesso una battuta d’arresto nei processi di sviluppo e compromettono notevolmente il benessere delle generazioni presenti e future. Ma il cambiamento climatico è solo uno dei possibili shock che le città e le regioni potrebbero affrontare: gli eventi legati al cambiamento climatico si verificano in genere insieme ad altri stress di tipo ambientale, economico e politico.

Poiché le città sono sempre più intese come forze trainanti per arginare o rallentare il cambiamento ambientale globale, e al contempo sono viste come facilitatori di uno sviluppo più sostenibile, la resilienza è stata stimolata e sostenuta da numerose istituzioni internazionali. Per implementare la propria capacità di resilienza esse hanno a disposizione diverse strategie ognuna delle quali può essere aiutata dall’intervento delle imprese e altre organizzazioni private .

Pertanto, l’articolo mira a colmare il divario tra le argomentazioni teoriche sul ruolo delle aziende nella promozione della resilienza urbana e le pratiche che esse adottano. Gli autori dell’articolo hanno a questo proposito analizzato 138 rapporti di sostenibilità di organizzazioni che operano in Italia e in Giappone (due paesi molto esposti al rischio idrogeologico) per identificare come gli SDG sono implementati nelle loro attività e comunicati nei loro rapporti non finanziari e quali strategie adottano per contribuire alla resilienza urbana e dei territori.

Per maggiori informazioni
Marco Bellucci 
Unià di Economia Sociale – Comitato Scientifico
marco.bellucci[at]unifi.it

hfmz3y - wwii3a - 7xotdp - iakno6 - p8rgot - ls6cc1 - n8evsc - 5ddck4