Bilancio Sociale della Fondazione Opera Santa Rita

Titolo Bilancio Sociale 2018 Fondazione Opera Santa Rita

Luogo Prato

Durata Giugno – Dicembre 2019

Committente Fondazione Opera Santa Rita

Contesto

La Fondazione Opera Santa Rita, fondata a Prato oltre ottanta anni fa, è un ente non lucrativo di utilità sociale ai sensi del D. Lgs. 460/97. La Fondazione ha ottenuto dalla Regione Toscana il riconoscimento della personalità giuridica in quanto Fondazione di assistenza e di educazione; i settori di intervento sono tre: sanitario, sociale e sociosanitario. La Fondazione Opera Santa Rita svolge, infatti, un’attività educativa a favore di minori con difficoltà personali e familiari, per aiutare il loro inserimento sociale, e un’attività sanitaria a favore di minori e di giovani con disabilità psicofisiche, per favorirne la riabilitazione. Sono molti i progetti e le iniziative avviati nel corso degli anni dalla Fondazione Opera Santa Rita, che è diventata un punto di riferimento per la comunità pratese, ma non solo.

La recente riforma del Terzo settore ha portato alla pubblicazione delle “Linee guida per la redazione del bilancio sociale degli enti del Terzo Settore”, adottate con il decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali in data 4 luglio 2019, che rappresentano il riferimento normativo per gli enti del Terzo settore.

Obiettivo generale 

Il Bilancio Sociale è uno strumento di accountability, ovvero di rendicontazione delle responsabilità (accounting for responsibility), dei comportamenti e dei risultati sociali, ambientali ed economici derivanti dalle attività svolte da un ente. Il Bilancio Sociale ha il fine di offrire un’informativa strutturata e puntuale a tutti i soggetti, interni e esterni, interessati dalle attività dell’organizzazione, non ottenibile a mezzo della sola informazione economico-finanziaria contenuta nel bilancio di esercizio.

In particolare, gli obiettivi del bilancio sociale sono: a) affermare la missione e i valori perseguiti da un ente, b) creare una piattaforma di dialogo con gli stakeholder (o portatori di interesse) e discutere le loro aspettative, c) migliorare la dimensione comunicativa dell’ente, d) favorire la partecipazione e la trasparenza.

Inoltre, il processo di rendicontazione sociale crea le condizioni per analizzare la dimensione strategico organizzativa dell’ente, per valutarne l’efficienza ed eventualmente ripensarne la struttura, e per analizzare l’utilizzo delle risorse in rapporto agli obiettivi raggiunti.

Cosa abbiamo fatto?

Il Bilancio Sociale è stato realizzato in 5 fasi:

  • Avvio del processo di rendicontazione sociale
  • Coinvolgimento degli stakeholder
  • Stesura e validazione del Bilancio Sociale
  • Comunicazione del Bilancio Sociale
  • Valutazione e follow up

Il cuore del processo per la redazione del bilancio sociale è il coinvolgimento degli stakeholder, dal momento che il Bilancio Sociale rappresenta, da una parte, lo specchio dell’ente e, dall’altra, un’occasione per fare una riflessione sul proprio operato. Grazie al coinvolgimento degli stakeholder è possibile, quindi, analizzare la rilevanza delle informazioni da includere nel bilancio sociale.

Tale coinvolgimento si è concretizzato in una serie di incontri e contatti continui tra i Ricercatori di ARCO e il personale della Fondazione Opera Santa Rita e attraverso le seguenti attività di ricerca: visita alle strutture della Fondazione interviste (a coordinatori delle strutture, stakeholder istituzionali, collaboratori esterni, familiari degli utenti) e focus group (con gruppo dirigente e con gruppo amministrazione e risorse umane). Alla fase di raccolta dati è seguita quella di stesura e validazione del bilancio sociale, che ha portato alla versione finale del Bilancio Sociale 2018 della Fondazione Opera Santa Rita.

Scopri di più sull’ Unità di Economia Sociale