Localizzazione degli SDG, Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, per la Regione Toscana

Titolo La localizzazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in Toscana: Posizionamento e programmazione strategica

Luogo Toscana

Durata 2019-2020

Partner ANCI Toscana

Ente finanziatore Direzione Affari Internazionali della Regione Toscana

 

Contesto

L’attuazione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile richiede un approccio innovativo di governance multilivello, basata sull’allineamento verticale di responsabilità e funzioni tra il livello verticale internazionale, nazionale, regionale, locale e sull’interazione orizzontale  tra attori pubblici, privati e attori sociali  in ciascun contesto locale.

La governance locale svolge, infatti, un ruolo cruciale nell’attuazione dell’Agenda 2030.

In primo luogo, perché il livello locale è il punto in cui le interazioni tra autorità, istituzioni e cittadini – e quindi la società nel suo insieme – sono più immediate e più forti. Tuttavia è anche dove le disuguaglianze, le forme di esclusione, gli squilibri di potere e le vulnerabilità sono vissute dalle persone in modo più immediato.

In secondo luogo, a livello locale è possibile stabilire un processo di pianificazione dello sviluppo sostenibile che rifletta le reali opportunità, esigenze e aspirazioni delle comunità e dei territori nel loro complesso.

Infine, le questioni di sostenibilità ambientale, sociale ed economica possono essere affrontate in modo efficace dagli attori locali, se sono abilitati a svolgere un ruolo costruttivo nella politica e sono impegnati nella protezione e nell’uso sostenibile a lungo termine delle risorse locali.

In questo scenario, la Regione Toscana – una delle regioni europee più attive nel dibattito internazionale sulla localizzazione degli SDG – sta progettando la sua strategia regionale per lo sviluppo sostenibile.  In questo ambito ha finanziato un progetto di ricerca volto ad accrescere la consapevolezza e le capacità dei decisori politici a livello locale nella promozione dello sviluppo sostenibile, migliorando le loro conoscenze su come progettare, attuare e monitorare strategie, politiche e iniziative su misura.

Obiettivo Generale 

In linea con il principio di universalità dell’Agenda 2030, questo progetto di ricerca intende ispirare e contribuire alla progettazione della strategia regionale per lo sviluppo sostenibile in Toscana attraverso:

  • ♦ Un’analisi delle buone pratiche internazionali sulla localizzazione degli SDG al fine di trarre lezioni utili ed esempi rilevanti.
  • ♦ L’approfondimento dello studio sulle attività internazionali gestite da attori toscani locali nel quadro degli SDG, al fine di includere la dimensione internazionale e della cooperazione nella strategia regionale per lo sviluppo sostenibile.

Cosa abbiamo fatto? 

I Ricercatori di ARCO hanno effettuato l’analisi di benchmark delle strategie locali per lo sviluppo sostenibile utile per una prospettiva di “apprendimento comparativo”. In particolare, hanno esplorato nell’ampio depositario di report e documentazione pertinenti,  le pratiche di localizzazione degli SDGs di: Åland (Finlandia), Paesi Baschi (Spagna), Città di Buenos Aires (Argentina), Catalogna (Spagna), Fiandre (Belgio), New York (USA), Nord-Reno-Westphalia (Germania), Palawan (Filippine), Città Metropolitana di Seoul (Corea del Sud), Regione di Valencia (Spagna), Galles (Regno Unito). 

In particolare,  è stata condotta un’analisi documentale sulle strategie ufficiali, reportistica, siti web e comunicazione con i media, al fine di trarre conclusioni sui seguenti aspetti chiave delle strategie locali di sviluppo sostenibile:

  • ♦ Processo di progettazione, compresi validità politica, fasi, principi e strumenti partecipativi;
  • ♦ Contenuti della strategia, compresi visione, analisi diagnostica, selezione di obiettivi e traguardi prioritari;
  • ♦ Governance multilivello, in termini di allineamento verticale con strategie globali, sovranazionali e nazionali;
  • ♦ Governance e articolazione orizzontale di responsabilità, ruoli e impegni (ad es. Con autorità locali, organizzazioni del settore privato, società civile e università);
  • ♦ Attuazione e monitoraggio, compresi meccanismi di applicazione e  sistemi di indicatori;
  • ♦ Aspetti formali, tra cui struttura, contenuti e lunghezze di strategie, progettazione grafica e strumenti di comunicazione.

L’analisi di benchmark per ogni azione chiave, evidenzia sia le lezioni apprese che le raccomandazioni per sostenere il governo regionale della Toscana nella progettazione della sua strategia regionale per lo sviluppo sostenibile.

L’Executive Summary dello studio è disponibile qui sotto, per scaricarlo cliccare qui.

Scopri l’Unità di Sviluppo Locale